Come Capire i Volumi

Gli investitori spesso e volentieri ignorano e male interpretano i volumi. Sebbene forti volumi, uniti a un movimento verso l’alto nei prezzi, siano visti, di solito, come un segno positivo, spesso vengono ignorati, soprattutto quando si presentano forti volumi di scambio alle estremità di prezzo.
Allo stesso modo, forti volumi di scambio dopo un lungo declino dei prezzi – visto normalmente come negativo – potrebbero essere visti come un segno che il declino sta ormai arrivando a una conclusione.

Unire i range di prezzo e i volumi in un singolo schema o grafico equivolume vi permette di vedere l’interazione tra gli acquirenti e i compratori. Questi elementi vi mostrano come il movimento del prezzo in quel punto sia facile o difficile.

Quando si guarda ai rettangoli su un grafico equivolume, i giorni in cui lo spread di scambi è stretto (corto) e il volume è alto, sono definiti come “short wide days”, giorni in cui l’ampiezza è minima. Questi sono i giorni in cui l’azione incontra delle resistenze a un movimento verso l’alto o verso il basso. Sebbene i volumi siano elevati, l’azione non è in grado di fare un movimento consistente. Nei giorni in cui il range di scambi è sostenuto su volumi poco consistenti, i rettangoli saranno alti e stretti. Qui l’azione è in grado di muoversi abbastanza agilmente.

I movimenti di prezzo

Per i trader e gli investitori i massimi (e i minimi) sono aree importanti su un grafico. I massimi sono utili per gli investitori di breve termine perché rappresentano i punti per chiudere le posizioni delle azioni che possiedono. Per gli investitori che cercano di ottenere il timing delle posizioni di lungo termine, i massimi possono servire da bandiera gialla, e indicare che si potrebbe ritardare un acquisto.

Ci sono tre tipi di movimento delle azioni: verso l’alto, verso il basso e laterale. Alla fine di un movimento verso l’alto – un massimo – tutto quello che si può comprendere è che il movimento verso l’alto è finito. Dal quel punto l’azione può invertire la tendenza e iniziare a crollare o a entrare in un periodo di movimenti laterali.

Durante un movimento verso l’alto nel prezzo, la domanda per l’azione è più grande dell’offerta. I compratori che vogliono l’azione fanno offerte che porteranno a crescere il prezzo. Questo movimento verso l’alto continua fino a quando si raggiunge un equilibrio tra domanda e offerta, e, a quel punto, termina la spinta verso l’alto. Questo non significa che il prezzo non crescerà in futuro, ma semplicemente che in quel momento la spinta si è esaurita.

Dato che tutto quello che sapete per certo è che il movimento mediano verso l’alto è arrivato a una conclusione, i trader dovrebbero agire solo su una “fase di mercato” alla volta; quando finisce un movimento verso l’alto, potrebbe essere arrivato il momento per vendere. Tuttavia, un ulteriore evento potrebbe presentarsi, almeno fino a quando il titolo non si stabilizza in un nuovo trend, verso l’alto o verso il basso. Spesso il prezzo entrerà in un periodo di movimenti laterali e dovreste aspettare fino a quando il prezzo fa un movimento fuori da questa zona di congestione prima di stabilirsi in una nuova posizione.

Carta Verde American Express – Caratteristiche

In questa guida spieghiamo quali sono le caratteristiche della Carta Verde American Express.

Carta Verde è la carta di credito proposta da American Express per rendere più semplici gli acquisti che vengono effettuati giornalmente. Si tratta di una carta di credito che si caratterizza per il canone basso e che offre numerose promozioni.

Andando più nel dettaglio, Carta Verde American Express presenta un canone annuo di 75 euro, ma il primo anno risulta essere completamente gratis. Risulta essere inoltre importante sapere che titolare ha la possibilità di richiedere una seconda carta, pagando 10 euro all’anno.

I vantaggi per i possessori di una Carta Verde American Express risultano essere numerosi e comprendono servizi l’acccesso a servizi per il tempo libero, sconti e offerte speciali.

Da segnalare, poi, che per ogni euro speso con la carta si ottiene 1 punto per la raccolta Mermbership Reward. Tramite questo programma risulta essere possibile riscattare buoni acquisto che possono essere spesi in negozio o in rete in vari punti vendita.

Nel caso in cui si presenti una mancanza di fondi, i clienti American Express hanno la possibilità fare affidamento al servizio Express Cash, tramite il quale è possibile ritirare contanti in uno dei numerosi sportelli bancomat abilitati al servizio.

In caso di necessità, il titolare di Carta Verde ha la possibilità richiedere assistenza al servizio clienti American Express. Per conoscere i vari strumenti che è possibile utilizzare per contattare l’azienda, è possibile vedere questa guida sul servizio clienti American Express su Numeriassistenzaclienti.net. Risulta  essere inoltre possibile ricordare che attraverso il servizio Alert è possibile verificare in qualsiasi momento l’estratto conto della carta, gli ultimi movimenti e il saldo punti.

Per richiedere la carta bisogna essere maggiorenni, avere la residenza in Italia ed essere intestatari di un conto corrente. American Express, per il rilascio della carta di credito, richiede anche un limite minimo di reddito pari a 11.000 euro lordi annui.

Si tratta quindi di un prodotto interessante.

Come Funziona l’Investimento Momentum

Gli investitori momentum acquistano azioni che salgono rapidamente di prezzo, nella speranza che questo attirerà altri investitori. La chiave è però riconoscere il momento in cui uscire dall’investimento
Immaginate una palla di neve che rotola, giù, da una montagna: come scende, raccoglie altra neve che la fa muovere più velocemente e a sua volta la porta a raccogliere più neve e a muoversi ancora più velocemente.

Questa è la strategia alla base dell’investimento momentum – acquistare azioni che salgono rapidamente di prezzo, nella speranza che questo attirerà altri investitori, che faranno alzare molto il prezzo.

Richard Driehaus è uno dei campioni dell’investimento momentum, che favorisce aziende con forte crescita degli utili e del prezzo dell’azione. Non è forse un nome conosciuto come Warren Buffett, ma la sua società la Driehaus Capital Management di Chicago è uno dei gestori in piccole medie aziende più importanti e il suo successo lo ha portato a essere nominato nel Barron’s All Certury Team, un gruppo di 25 gestori di fondi che include luminari dell’investimento come Peter Lynch e John Templeton.

Questo articolo si basa sulla strategia momentum di Richard Dreihaus, che viene presentata nel libro “Investment Gurus” (di cui troverete una recensione nella sezione biblioteca di Finanza personale).

L’approccio momentum

Richard Driehaus enfatizza un approccio disciplinato che focalizza l’attenzione su piccole e medie imprese (PMI) con crescita forte e sostenuta degli utili che hanno avuto “sorprese negli utili” significative. Se gli utili di un’azienda stanno stagnando, quell’azienda viene eliminata. Idealmente, dovreste sempre cercare tassi di crescita degli utili in continuo miglioramento.

Driehaus usa le sorprese positive sugli utili come “catalizzatore”. Una sorpresa sugli utili ha luogo quando un’azienda annuncia utili diversi da quelli che sono stati stimati dagli analisti per quel periodo. Quando gli utili reali sono superiori alle stime di consenso si tratta naturalmente di una sorpresa positiva, una sorpresa negativa sugli utili si ha quando gli utili annunciati sono inferiori alle stime di consenso.

Un altro fattore è il range delle stime sugli utili – una sorpresa per un’azienda con un range più limitato di stime tende ad avere un impatto maggiore rispetto a una sorpresa per un’aziendale cui stime hanno una dispersione maggiore. In generale, le sorprese positive sugli utili tendono ad avere un impatto positivo sui prezzi delle azioni.

Un’altra chiave di selezione è di riconoscere quando il momentum inizia a perdere la sua forza propulsiva, quando i venditori iniziano ad essere in numero maggiore degli acquirenti. Quindi, gli investitori devono monitorare le aziende per conto loro, esattamente come il mercato, e quindi è una strategia che ha senso per chi ha intenzione di tenere costantemente il polso delle azioni.

Driehaus avverte gli investitori di stare attenti a eventi come gli annunci sugli utili o ai warning, o alle revisioni delle stime sugli utili – qualsiasi cosa insomma che potrebbe essere un primo segnale del rallentamento di un trend al rialzo o di una mancanza di propellente per spingere ulteriormente il prezzo verso l’alto. Inoltre gli investitori dovrebbero seguire sia la direzione del settore, nel quale l’azienda opera, sia l’ambiente di mercato più in generale, dato che entrambi potrebbero influenzare il proprio portafoglio.

Come Lavorare come Esperto di Energie Rinnovabili

Lavorare con le energie rinnovabili: in che modo? Con quale profilo? Analizziamo tutte una bella opportunità.

Oggi questo settore rappresenta circa il 20% nelle statistiche delle fonti di energia mondiali. Una delle più utilizzate è la biomassa, unita alle energie idrauliche. Nei Paesi dell’Unione Europea oggi le energie coprono il 5,4% del fabbisogno. Ma è un settore in forte crescita che può offrire molte opportunità. La Comunità europea finanzia e incentiva ora con programmi specifici l’utilizzo delle energie rinnovabili e lo sviluppo delle tecnologie per il loro sfruttamento.

Questa figura professionale si occupa di progettare e pianificare l’installazione di nuove tecnologie legate alle rinnovabili. E’ colui che valuta quali siano le migliori tecnologie da utilizzare (eolico, solare o biomassa).

Si preoccupa anche di comprendere e valutare l’impatto ambientale delle stesse, in un’ottica di sostenibilità. Collabora con enti pubblici e privati al fine di promuovere lo sviluppo delle energie rinnovabili. L’esperto di progettazione di sistemi di energie rinnovabili possiede una preparazione culturale, legata all’energia. Progetta, pianifica e controlla che tutto il processo di installazione vada a buon fine.

Deve avere una forte sensibilità ecologica e un orientamento a lavorare in un ambito multidisciplinare. Possiede una laurea magistrale in Ingegneria, preferibilmente meccanica e un master che completi la preparazione. Le energie rinnovabili sono un settore in forte crescita e offrono dunque ottime prospettive occupazionali.

Strategie di Portafoglio per Investitori

O’Shaughnessy sostiene che gli investitori non devono per forza scegliere tra la crescita e il valore, ma piuttosto che dovrebbero investire usando entrambe le tecniche che di fatto sono complementari
Quindi un investitore può investire al meglio diversificando i titoli in portafoglio tra questi due stili: una parte cercando il valore tra le azioni leader del mercato e l’altra cercando la crescita tra aziende con un basso rapporto prezzo fatturato e un alto momentum del prezzo. La parte “valore” ridurrebbe così la volatilità generata dai titoli “crescita”. Gli investitori tolleranti al rischio dovrebbero dividere i titoli al 50% tra una strategia e l’altra mentre è chi meno propenso al rischio dovrebbe scegliere più titoli usando la strategia orientata al valore.

O’Shaughnessy non suggerisce delle regole specifiche per determinare la grandezza del portafoglio o su quando vendere un’azione. Ma scoraggia dal continuare a movimentare il portafoglio.

Un investitore che decide di usare questa strategia dovrebbe:

riequilibrare il portafoglio ogni anno, eliminando i titoli che non soddisfano più i criteri iniziali e sostituendo con nuovi titoli che si dimostrano interessanti e passano la selezione basata su questi criteri;
ogni portafoglio si compone di circa 50 titoli. Perché? Secondo alcuni studi è necessario un minimo di 16 titoli in diversi settori per avere una diversificazione adeguata. Quindi un investitore che vuole unire le due strategie, dovrebbe avere in portafoglio almeno 32 titoli differenti.

Conclusioni

Lo studio fatto da O’Shaughnessy porta a una strategia utile a chiunque voglia scegliere da solo, senza intermediari, i titoli da mettere in portafoglio. Secondo O’Shaughnessy l’unico modo per battere veramente il mercato è quello di essere disciplinati e di essere il più distaccati possibile, senza farsi influenzare dalle emozioni.

Gli investitori dovrebbero farsi guidare al concetto taoista del Wu Wei: fate che le cose accadano come ci si aspetta che dovrebbero accadere. Tradotto in termini borsistici significa

Scegliete una buona strategia, capitene la natura, e fatela lavorare. Non cercate di cambiarla in un secondo momento. Non abbandonate quella strategia perché non registrate nel breve periodo, grandi risultati. Tenete lontano dal vostro io da qualsiasi tipo di decisione. Non rendete difficile quello che non lo è. E soprattutto siate sempre coerenti.